Parco nazionale del Triglav

Triglav National Park

Parco nazionale del Triglav

Parco nazionale del Triglav

Il Parco nazionale del Triglav, che prende il nome dalla vetta più alta della Slovenia, il monte Triglav, è stato ufficialmente istituito il 27 maggio 1924. È stato il primo parco nazionale della Slovenia e uno dei primi in Europa. La creazione del parco è stata guidata dalla visione condivisa di proteggere i suoi tesori naturali e culturali unici per le generazioni future che potranno goderne e custodirli.

Triglav National Park

In occasione dell’onorevole 100° anniversario del Parco Nazionale del Triglavil giorno esatto della sua istituzione, il 24 maggio, offriremo un pasto gratuito a tutti gli escursionisti e agli amanti della natura che porteranno al rifugio i rifiuti della loro escursione.

La quantità di rifiuti non è la cosa più importante, ma vi chiediamo gentilmente di fotografare il luogo in cui i rifiuti sono stati trovati e raccolti. Tutti i rifiuti raccolti a Erjavčeva koča saranno portati a valle e agli escursionisti sarà offerto un pasto gratuito.
In questo modo umile, contribuiremo a preservare il Parco Nazionale del Triglav per le generazioni future che verranno dopo di noi, ricordando a noi stessi il rispetto dovuto alla natura mozzafiato che ci ispira continuamente e ci dà la vita.

YouTube player

Parco nazionale del Triglav

Lo sviluppo e l’istituzione dell’unico parco nazionale sloveno hanno comportato diverse tappe fondamentali. La prima è stata la proposta del naturalista e sismologo Dr. Albin Belar, che nel 1908, ancor prima dell’istituzione dei primi parchi nazionali in Europa, ha suggerito un parco di riserva naturale sopra Komarča.

Tuttavia, la sua proposta non è stata realizzata. Nella storia del Parco nazionale del Triglav, tra le figure significative si annoverano Ferdinand Seidl, Fran Jesenko, Anton Šivic, Angela Piskernik, Miha Potočnik e molti altri che hanno lavorato all’interno di varie società, organizzazioni e istituzioni e hanno avuto a cuore le Alpi Giulie.

Nel 1920, il Dipartimento per la conservazione della natura e dei monumenti naturali della Società dei musei di Lubiana presentò un Memoriale al governo regionale della Slovenia nel Regno dei Serbi, Croati e Sloveni con richieste concrete, tra cui la dichiarazione di parchi protettivi. Ciò si è concretizzato nel 1924, quando il Parco di Conservazione delle Alpi nella Valle dei Laghi del Triglav è stato dichiarato con un contratto di locazione per 20 anni, su una superficie di 1400 ettari (ha) – il primo uso del nome Parco Nazionale del Triglav.

Nel 1926, il nome Parco nazionale del Triglav è stato utilizzato per la prima volta negli scritti del professor Fran Jesenko nella rivista Jutro. Dopo la guerra, a causa della scadenza del contratto di locazione, il Parco della Conservazione delle Alpi cessò di esistere. Tuttavia, nel 1961, l’Assemblea popolare slovena ha adottato un decreto che dichiara la valle dei laghi del Triglav un parco nazionale di 2000 ettari con il nome di Parco nazionale del Triglav.

Negli anni successivi si susseguirono analisi e proposte di ampliamento del parco. Il 28 maggio 1981, con la prima legge sul Parco nazionale del Triglav, l’area protetta si è estesa a quasi tutte le Alpi Giulie, coprendo 83.807 ettari. La legge è il risultato degli sforzi compiuti da tempo per includere un’area più ampia delle Alpi Giulie nel Parco nazionale del Triglav. È rimasta in vigore fino all’adozione di una nuova legge nel 2010, che ha aumentato l’area di parcheggio di altri 174 ettari con l’inclusione dell’insediamento di Kneške Ravne sopra Baška graph nell’area di Tolmin.

Il Parco nazionale del Triglav è stato istituito per preservare gli eccezionali valori naturali e culturali e proteggere la vita vegetale e animale, gli ecosistemi, le caratteristiche della natura inanimata e i paesaggi caratteristici dell’area del parco nazionale. Lo scopo è anche quello di promuovere uno sviluppo sostenibile, coerente con gli obiettivi del parco nazionale, e di consentire ai visitatori di vivere la natura, il patrimonio culturale e i valori spirituali della regione alpina.

Per raggiungere questi obiettivi, l’istituzione pubblica del Parco nazionale del Triglav gestisce numerosi compiti di conservazione della natura e delle risorse naturali, del patrimonio culturale e paesaggistico, di conservazione degli insediamenti, di sviluppo sostenibile, di visita e di esperienza e di attività di supporto congiunte per implementare efficacemente tutte le aree. Nell’attuazione dei compiti, l’Istituzione pubblica Parco nazionale del Triglav collabora con numerose parti interessate, dalle istituzioni e organizzazioni statali alle parti interessate locali, ai proprietari terrieri e ad altri soggetti dell’area e, non da ultimo, ai visitatori.

Triglav national park - UNESCO

Il Parco nazionale del Triglav è un’area con valori naturali.

Il Parco nazionale del Triglav è un’area con caratteristiche distinte di terreno di alta montagna, valori geologici, geomorfologici, idrologici e altri valori naturali, ecosistemi estesi e diversificati, flora e fauna vivaci con specie vegetali e animali rare e caratteristiche, con un alto livello di qualità del paesaggio e di conservazione del patrimonio culturale.

Il punto più alto è la vetta del Triglav (2864 m), da cui il parco prende il nome, mentre il più basso si trova nelle Gole di Tolmin (180 m). Il parco è caratterizzato dalle giovani montagne ripiegate delle Alpi Giulie Orientali, rilievi aspri con cime appuntite, pareti scoscese e valli glaciali profondamente incise. Le foreste coprono i due terzi dell’area: sul versante meridionale prevale il faggio, su quello settentrionale l’abete rosso e il larice.

Le acque sotterranee, le sorgenti carsiche, i corsi d’acqua e i laghi glaciali sono la ricchezza del Parco nazionale del Triglav. Le dorsali montuose tra i fiumi Sava e Isonzo delineano il confine idrologico tra Adriatico e Mar Nero.

Con il suo aspetto diversificato, il patrimonio culturale dell’isola è anche essenziale per il parco nazionale e contribuisce in modo significativo all’identità, alla riconoscibilità e all’alto valore esperienziale dell’area protetta. La silvicoltura, l’agricoltura con pascolo montano, le attività artigianali (compresi i prodotti dell’artigianato domestico in legno e lana) e il turismo caratterizzano l’area del parco.

Sono presenti 43 monumenti naturali, 330 valori naturali, 365 unità di culturali e dell’UNESCO e dell’UNESCO registrate nel parco, e tre monumenti di importanza nazionale. La superficie totale del parco è di 83.982 ettari, suddivisi in tre aree di protezione: la prima area (31.488) e la seconda (32.412 ha), che insieme formano l’area centrale e la terza (20.082 ha) o area di protezione periferica.

YouTube player
Mountains view in Triglav national park

Il monte Triglav nel Parco Nazionale del Triglav

Nell’area del parco si trovano otto comuni(Bovec (30,1%), Bohinj (26,3%), Kranjska Gora (16,9%), Bled (1,8%), Tolmin (8,4%), Kobarid (3,7%), Gorje (12,7%) e Jesenice (0,1%)), con 34 insediamenti (22 in totale) e 2.337 abitanti.

Oltre ad essere un “parco nazionale” (standard prescritti dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura – IUCN), il parco detiene anche il titolo di “Parco dell’UNESCO”. UNESCO MAB, Riserva della Biosfera. È quasi interamente inclusa nella rete ecologica Natura 2000. Forma l’ecoregione transfrontaliera delle Alpi Giulie con il vicino Parco naturale delle Alpi Giulie. Riceve inoltre il Diploma europeo del Consiglio d’Europa ed è membro di associazioni internazionali, in particolare della Federazione Europarc e della Rete delle Aree Protette Alpine ALPARC. Il Parco nazionale del Triglav collabora anche con altre aree protette. Oltre al già citato Parco naturale delle Alpi Giulie, il Parco nazionale del Triglav ha accordi di cooperazione con il Parco naturale del Taunus in Germania, il Parco nazionale di Snowdonia in Galles nel Regno Unito, il Parco nazionale degli Alti Tatra in Austria e il Parco nazionale degli Écrins in Francia. Il Parco nazionale del Triglav ha stipulato un accordo di gemellaggio con il Parco nazionale del Crater Lake degli Stati Uniti e con la Riserva naturale di Kronotsky della Russia.

Sistemazione in un rifugio di montagna

Gite ed escursioni sulla mappa

Gite ed escursioni sulla mappa

Slovenia (en) Placeholder
Slovenia (en)

La vostra prossima destinazione in Slovenia?

Erjavceva mountain hut at Vrsic pass in summer

Il rifugio Erjavčeva è aperto tutto l'anno. Prenotate il vostro soggiorno e trascorrete un po' di tempo nel paradiso naturale del Parco nazionale del Triglav (UNESCO) vicino a Kranjska Gora sul passo di Vršič, nel cuore del Parco nazionale del Triglav.

Prenota il tuo soggiorno
Send this to a friend